VENDERE NEL NETWORK MARKETING: COME EVITARE DI DIVENTARE UNO STALKER

VENDERE NEL NETWORK MARKETING: COME EVITARE DI DIVENTARE UNO STALKER

Ho realizzato un post all’interno del mio gruppo Facebook che parla, appunto, di network marketing.

Se non fai parte del gruppo, qui trovi il link per accedere:

https://www.facebook.com/groups/insolitoedinsolentemarketing/

Solitamente non pubblico mai nessun post al di fuori del gruppo, dato che è esclusivamente per chi ne fa parte, ma voglio darti un assaggio di cosa si parla e dei consigli dati (valore che potrei offrire a pagamento e che ti permettono di cambiare immediatamente il tuo risultato). Di seguito infatti alcuni commenti:

lavorare nel network marketing

 

Lavorare nel network marketing

Il 90% di chi fa network marketing pensa che lo SPAM sia una strategia di marketing e faccia vendere. Quelli con l’altro network fanno così, gli sponsor mi hanno detto di chattare, convincere, etc..

Ecco, quando vi dicono queste cose, lasciate a casa lo sponsor o chi lo dice ed informatevi sul web su come creare una strategia di marketing CHE FUNZIONI.

Premessa: Non faccio network! Non mandatemi messaggi privati chiedendomi di entrare nel vostro team, ne ricevo a centinaia e la risposta è sempre no (se mi scrivete gentilmente tra l’altro e non con arroganza, altrimenti non rispondo neanche).

Non faccio network ma lavoro con le affiliazioni. In molti casi è molto simile (io lavoro con altri tipi di prodotti e non devo fare entrare gli altri nel mio business, questa è la differenza) ed ho creato funnels per decine di networker.

L’ultima email che ho ricevuto e che vi ho mostrato (ha ottenuto 100 contatti in un mese) è proprio riguardante il network marketing.

Ecco qualche consiglio breve ed efficace (utilizzato personalmente) per evitare di buttare soldi e sembrare uno stalker.

Non si promuove TUTTO. Differenziate prima di tutto tra la promozione del business stesso e la promozione del prodotto

Se il prodotto non è valido o buono per la vendita (in poche parole fa schifo o copiato da qualche parte) cambiate network. Prima di tutto il prodotto deve essere vendibile

Focus: in molti lavorate nel benessere. Ora dovete capire su quale prodotto puntare. Si tratta di un prodotto di lusso? Economico? Ma prima di tutto, che tipo di benessere parliamo? Cura della pelle del viso? Del corpo? Per dimagrire? (e qui potremmo aprire un altro post lunghissimo). Differenziate e focalizzatevi su di una categoria

– Creo una fan page idonea alla categoria scelta. Es: Cura delle cellulite. Scelgo un prodotto di punta per questo problema specifico e creo una fan page con la quale sponsorizzerò utilizzando un nome e post ESCLUSIVI per questa categoria. Massimo vendiamo due o tre prodotti (inerenti allo stesso settore)

– Creo una optin page PER PRENDERE IL CONTATTO. Non invio MAI E POI MAI le persone dirette al network con la speranza che qualcuno acquisti qualcosa

Utilizzo la vetrina con una fan page se ci sono più prodotti

Creo una serie di email informative con materiale gratuito da offrire sul problema che tratta il prodotto. Offri un incentivo all’interno delle email per acquistare il prodotto. Es: Lavoro nel make up. Acquista il prodotto ed hai in regalo una breve consulenza dove ti mostro come utilizzarlo per il tuo viso

Creo un blog (se il settore lo richiede) dove pubblico video ed articoli informativi che poi sponsorizzo

FACCIO PUBBLICITA’. Mi metto in testa che SONO LORO dover venire da me per acquistare e non io che faccio spam per convincere. Suddivido la pubblicità in: vendita prodotto – vendita business e creo il mio funnel in base all’obiettivo.

Ci sarebbe moltissimo da dire, ma solo con questi consigli aumentate i guadagni (o iniziate a guadagnare).

Grazie solamente a questi piccoli consigli, vedrai aumentare notevolmente i tuoi risultati.

Chi fa network marketing pensa, erroneamente, di potersene stra-fregare del prodotto, di come si vende, di come si comunica, etc…

Nella maggior parte dei casi sono gli stessi sponsor che danno direttive errate. Loro come hanno ottenuto i risultati? Siamo sicuri, davvero, che facciano porta a porta come spesso dicono? Oppure contattano esclusivamente in chat, con il rischio di essere segnalati per spam?

La verità è che a molto non importa che tu guadagni, importa solo averti fatto entrare e prendere la commissione. Un gruppo che guadagna porta più risultati di un solo individuo che guadagna. Non è molto difficile da comprendere, o no?

Non bisogna pensare a “ME” ma iniziamo a pensare a “NOI” inteso come gruppo. Condividi il Tweet

Ciò che ti ho scritto sopra è sufficiente per poter iniziare con il piede giusto ed evitare di essere scambiato come uno stalker da chi riceve i tuoi messaggi.

Non possiamo pensare davvero di contattare chiunque cerchi un lavoro e pensare che queste aderiscano. Forse funziona con qualche persona, ma non stai costruendo nulla di efficace e tanto meno a lungo termine.

Pensaci. Rifletti. Come stai lavorando ora nel tuo network? Ti hanno spiegato come lavorare seriamente in questo settore davvero difficile?

Se hai domande commenta qui sotto e se ti è piaciuto l’articolo mi farebbe molto piacere che tu lo condividessi 🙂 Per me è davvero importante.

Un abbraccio e buon business.

SARA IANNONE

Facebook Comments

About the author

: Sono una ragazza che non si è mai accontentata "del normale". Sapevo che potevo realizzare cose diverse così mi sono buttata nell'internet marketing. Ho stravolto il mio mondo interiore cambiando pensiero e raggiungendo traguardi che per alcuni erano impossibili.

2 Comments

  1. Salvatore

    agosto 11, 2017
    Rispondi

    Brava, molto interessante e fluido. C'è una guida passo passo, per concretizzare quanto hai esposto in questo post ?
    In attesa ti auguro buo ferragosto.
    Salvatore Dibattista

    • SaraIannone

      agosto 11, 2017
      Rispondi

      Ciao Salvatore,

      ti ringrazio molto. Qui puoi scaricare la guida gratuita che ho creato e dove approfondisco questi concetti: https://internetmarketingitalia.leadpages.co/strategie-di-marketing/ Un abbraccio, Sara Iannone

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Lascia un commento