LA STORIA DI PIERO: A 49 ANNI RICOMINCIA DA ZERO CON IL WEB

LA STORIA DI PIERO: A 49 ANNI RICOMINCIA DA ZERO CON IL WEB

Avevo pensato di iniziare l’articolo con la solita filastrocca. “Navigo su internet dal 1998 da quando non esisteva l’adsl…” E cose così. Poi ho pensato che già sono un vecchietto del secolo scorso e che queste cose, giustamente, ai ragazzi non interessano e non devono interessare.

Allora ho cercato di capire quando è stato il momento nel quale mi sono deciso a mollare tutto e a dedicarmi esclusivamente al lavoro online e quel momento ha una data precisa.Agosto 2012, diedi le dimissioni dall’azienda che rappresentavo come venditore, perché non ne potevo più.

Fino ad allora avevo avuto una vita lavorativa piuttosto tradizionale, scuola,università poi il lavoro come venditore per varie aziende. Mi piaceva e mi piace tutt’ora vendere ma la crisi aveva guastato i rapporti e le aziende non rispondevano in maniera efficace al vento che stava cambiando

Da un giorno all’altro, a 49 anni ero disoccupato e senza nessuna possibilità apparente, una scelta folle ma per fortuna avevo l’eta per potermi permettere di scegliere in piena libertà senza condizionamenti. Scelsi di approfondire la mia vera passione, l’informatica.

I linguaggi di programmazione li conoscevo già, vendere era il mio lavoro, perché non provare ad unire queste due abilità e studiare il modo di produrre denaro lavorando sul web ?

A Parole tutto semplice, ma alla prova dei fatti l’inizio fu un disastro per due motivi.Perché non ne sapevo nulla di marketing online. Perché mi fidai di un paio di guru che promettevano mari e monti senza fare fatica.

Il risultato ? Soldi e tempo buttati.

A quel punto ero a un bivio: o ritornare indietro e cercare un’azienda che mi offrisse un mandato da venditore oppure studiare sul serio, provare sul serio e fare di testa mia senza la paura di sbagliare.

E non erano passati due giorni ma un anno. A settembre 2013 nasce il mio brand attuale, quello con il quale svolgo la mia attività principale. Devo dire che in questo caso è stato abbastanza facile, avevo una buona rete di relazioni e i primi clienti sono arrivati ben presto.

Questo mi ha permesso di ricominciare a guadagnare e quindi non dovevo più intaccare i miei risparmi ed in più mi ha dato fiducia per approfondire il mio vero obbiettivo, fare marketing online in maniera seria e profittevole.

Oggi ovviamente il mio primo lavoro è quello di “assemblatore” di blog in wordpress, non un semplice tecnico ma come amo definirmi il costruttore di un sistema dove il cliente possa inserire i suoi contenuti ed ottenere il massimo.

Sul piano del marketing online la strada è ancora lunga. Ho avuto un grosso successo con un blog di affiliazione ma è rivolto esclusivamente al mercato di lingua inglese in una nicchia molto ben definita. In Italia il mercato è ancora troppo piccolo per dare guadagni almeno a tre zeri, ma arriverà anche qui. Gli infoprodotti li ho scoperti grazie a Sara e devo dire che alla veneranda età di 52 anni, trovare una “bambina” che abbia dei numeri come lei è una cosa più unica che rara e ne sono contento.

Al momento quindi le strade che sto percorrendo sono tre e tutte sull’autostrada del web. Il mio lavoro, le affiliazioni,gli infoprodotti.

Se volete fare veramente questo lavoro, allora sappiate che è un lavoro duro, significa non avere orari, rispondere ai clienti anche nei week end o nelle ore serali, significa darsi da soli una disciplina rigorosa visto che nessuno vi chiederà mai di timbrare un cartellino, voi sarete i vostri datori di lavoro e voi dovrete essere i più severi controllori di voi stessi. Se lo prendete come un gioco o come una scorciatoia per non fare nulla allora rinunciate subito. Non fa per voi!

Lavoro significa disciplina, occorre darsi degli orari, un piano di lavoro da rispettare tassativamente sia che le cose vadano bene sia che vadano male.

Lavoro significa curiosità e voglia di studiare sempre e comunque, quello che ho capito dalla mia esperienza come venditore è che le persone e le situazioni cambiano in continuazione, dovete conoscerle prima degli altri per intercettarle prima dei vostri concorrenti.

La seconda difficoltà riguarda i rapporti con gli altri, con i vostri genitori o con i vostri compagni di vita. Questo è un lavoro particolare, quasi nessuno capirà quello che state facendo e soprattutto di fronte ai primi fallimenti ( che arriveranno e continueranno ad arrivare sempre perché nessuno è infallibile).

Io ho la fortuna di avere una moglie spettacolare, venditrice nata, che ha capito il potenziale di questa scelta, il 90% del mio piccolo successo lo devo a lei. Ma se avete dei condizionamenti sappiate che dovete fare una scelta.

Chi vi frena sarà un freno per sempre e dovete scegliere se seguire la vostra passione in maniera seria o seguire chi vi indica una strada che non è la vostra.

Lo so, ho detto che non avrei fatto nessuna predica ma perdonatemi è l’eta.

Mia madre mi diceva sempre che ero fatto a rovescio. Proprio questa mia anarchia totale mi ha portato a compiere errori molto grossi ma anche a scegliere sempre di testa mia. Fatelo anche voi, la vita è vostra.

Se volete lavorare su internet dovete scegliere di farlo seriamente, se volete fare marketing dovete tassativamente conoscere l’inglese e se non lo sapete iniziate da lì.

Se volete lavorare su internet sappiate che prima viene il lavoro poi le vacanze, prima una risposta ad un cliente poi il week end con gli amici, almeno nei primi anni.

Se volete lavorare su internet inizialmente avrete bisogno di un minimo di budget per investire nel vostro lavoro. Bene andate a consegnare le pizze a domicilio alla sera e di giorno studiate, fate i camerieri nei week end e di giorno studiate.

Datevi tempo. Non si diventa professionisti del web in un mese e nemmeno in sei. Ma nemmeno occorrono 10 anni se si lavora seriamente

Io mi do degli obbiettivi concreti e una tempistica per raggiungerli.

Per esempio mi ero prefissato di impiegare 6 mesi per costruire il mio primo Brand e per trovare i primi clienti, avevo quindi diviso la giornata in due parti. Al mattino lavoro tecnico, nel pomeriggio studio di lead generation per trovare i primi clienti.

La stessa tempistica me la sto dando per la vendita di infoprodotti, con scadenze ben precise, so entro quanto deve essere finito un lavoro ( e deve essere finito).

Quindi per concludere: Non aspettatevi nulla da nessuno, siate pronti a mettervi in gioco investendo tutto il vostro essere nel progetto che sognate, non esistono sogni part time che si fermano il venerdì sera o il mese d’agosto. Se farete questo avrete il successo che meritate se invece pensate ancora che sia poco più di un gioco fatto per evitare la fatica allora non iniziate nemmeno.

Piero Garuti

Facebook Comments

About the author

: Sono una ragazza che non si è mai accontentata "del normale". Sapevo che potevo realizzare cose diverse così mi sono buttata nell'internet marketing. Ho stravolto il mio mondo interiore cambiando pensiero e raggiungendo traguardi che per alcuni erano impossibili.

0 Comments

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Lascia un commento