GUADAGNARE CON LE AFFILIAZIONI: TRUFFA O VERITA’?

GUADAGNARE CON LE AFFILIAZIONI: TRUFFA O VERITA’?

Dietro il business delle affiliazioni ci sono dubbi, verità, illusioni e falsi eroi… Molti sono confusi e si chiedono se davvero si può guadagnare con le affiliazioni.

Cosa significa? Vuol dire che spesso ci sono persone che non guadagnano una ceppa con le affiliazioni e non sanno neanche come si lavora con esse.Tu in questo modo ti ritrovi ad essere confuso perchè chi non genera reddito con questo business non sa come funziona e quindi dice cavolate assurde e ti confonde le idee.

Facciamo chiarezza e vediamo insieme nel dettaglio questo business.

Prima di continuare a leggere l’articolo, se non lo hai fatto scarica la guida “IL BUSINESS PERFETTO” dove all’interno trovi il mio esatto modello di business con le affiliazioni, quindi avrai una guida passo passo.

Veniamo al dunque. Scommetto che la tua prima domanda è: MA SI GUADAGNA DAVVERO CON LE AFFILIAZIONI? OPPURE E' TUTTA UNA TRUFFA? Condividi il Tweet

La verità è che SI, PUOI GUADAGNARE REALMENTE UN SACCO DI SOLDI con le affiliazioni e te lo dico per esperienza, non solo mia ma anche di altri amici che sono praticamente diventati quasi ricchi solo con questo.

Ovviamente non è semplice e non è tutto oro quel che luccica (come si dice 🙂 ). Ci sono diversi elementi da tenere in considerazione e tanti errori da fare prima di trovare la campagna giusta (più avanti ti spiego perchè).

Partiamo dalle basi perchè tra i miei lettori c’è chi parte da zero e quindi facciamo un riepilogo di cosa sono le affiliazioni.

Le affiliazioni, in parole povere, consistono nel pubblicizzare un prodotto/servizio di terzi e guadagnare una percentuale per ogni azione effettuata e stabilita da chi mette a disposizione il prodotto/servizio.

Esistono diversi tipi di affiliazione.

La prima è quella classica, promuovere un prodotto/servizio di altri e guadagnare una percentuale per ogni vendita effettuata.

Il secondo modello è quello di essere pagati per un’azione differente dalla vendita come per esempio l’iscrizione ad un portale o l’installazione di un app.

Cosa c’è di differente in questi modelli? TUTTO! Ovvero, tutto cambia in base ai tuoi obiettivi e da come vuoi sviluppare il tuo business online.

Solitamente per promuovere dei prodotti/servizi in affiliazione ci si rivolge a dei veri e propri e portali come Clickbank o Amazon dove all’interno trovi molti prodotti da promuovere.

Ci sono diversi portali affidabili oltre a questi come per esempio Shareasale che lavora molto in cpa ed ha molte affiliazioni con le iscrizioni piuttosto che la vendita, devo dire anche che ha davvero molte nicchie quindi hai l’imbarazzo della scelta.

Tempo fa creai una vera e propria guida che parla in modo approfondito di tutto ciò, se ti va dagli un’occhiata: GUADAGNARE CON IL CPA MARKETING

Facendo un riepilogo ecco quindi in breve cosa sono le affiliazioni e che tipi di affiliazione esistono:

1- Le affiliazioni consistono nella promozione di prodotto/servizi di altri guadagnando una percentuale sulla vendita o su qualsiasi altra azione svolta da parte dell’utente.

2- Ci sono diversi tipi di affiliazione: puoi essere pagato per ogni vendita del prodotto/ servizio, per ogni azione effettuata anche gratuitamente da parte dell’utente come lasciare la propria email o puoi anche essere pagato per lo scaricamento di un app se decidi di promuovere delle applicazioni.

Ora che abbiamo passato la parte principale e basilare andiamo più nello specifico (temo che questo articolo sarà come una guida :-)). Sappi però che guadagnare con le affiliazioni è difficile e può farti perdere molti soldi se non lo fai nel modo giusto quindi vale la pena continuare la lettura fino alla fine dell’articolo.

Alla fine ho inserito dei link ad i servizi che utilizzo personalmente ed alcuni plugin molto buoni per lavorare con le affiliazioni.

Non barare e non andare subito alla fine dell’articolo perchè se non lo leggi tutto non capirai come utilizzare questi servizi 😉 

Il 90% delle persone utilizza le affiliazioni nel seguente modo:

Visita un portale (spesso senza neanche sapere se è affidabile oppure no con il rischio di vedere le commissioni volare via col vento), prende il prodotto con il margine più elevato di guadagno (insomma prende chi offre più guadagno per una vendita) e si imbatte così nella promozione di esso sperando di ricavare qualcosa.

Prima potevi anche farlo, la pubblicità costava poco e c’erano meno rigidità da parte di chi ti permetteva di sponsorizzare (Google, Facebook, ecc..).

Oggi le cose sono cambiate ed a parte dire che questo modo è totalmente inutile, non può più funzionare in quanto ne Google e tanto meno Facebook ti permettono di promuovere una pagina di vendita in affiliazione direttamente.

LE COSE ONLINE CAMBIANO IN FRETTA. CIO' CHE FUNZIONAVA IERI PROBABILMENTE DOMANI NON FUNZIONERA' PIU'.

Questo significa che se promuovi un prodotto facendo andare le persone direttamente alla sales letter (pagina di vendita) attraverso Facebook o Google le tue campagne verranno bocciate.

Ora andiamo a vedere come promuoversi seriamente e creare un business valido (davvero).

Prima di ogni altra cosa devi decidere cosa vuoi promuovere. In base a questo ci sono le diverse soluzioni.

Partiamo dalla prima: vuoi promuovere un ebook su Clickbank? (è un esempio puoi scegliere diversi portali). La prima cosa da fare è iscriversi al portale e scegliere il prodotto nella nicchia che si vuole promuovere.

Anche qui potrei parlare per ore, ma sarò breve: NON PROMUOVERE TUTTO CIO’ CHE TI VIENE IN MENTE E NON FARLO SOLO PER I SOLDI.

Tutto ciò che promuovi dovresti conoscerlo, anche un minimo, questo perchè devi saper spiegare alle persone perchè dovrebbero acquistare il prodotto.

Ci sono diversi tipi di marketing, uno lo abbiamo visto sopra, gli altri sono questi:

INSERIRE UN BANNER ALL’INTERNO DI UN BLOG/SITO

CREARE VALORE E CONTENUTO PER VENDERE POI IL PRODOTTO

Personalmente amo quest’ultima opzione. Non è raro trovare chi inserisce il banner nel proprio blog sperando che qualcuno ci faccia click e poi acquisti, però non sempre è proficua e devi avere migliaia, migliaia, migliaia di visite per guadagnare davvero qualcosa in questo modo.

L'opzione che amo io per vendere una guida, un ebook o un servizio è creare VALORE e CONTENUTO. Condividi il Tweet

Pochi lo fanno perchè richiede tempo e richiede anche provare e conoscere i prodotti che si promuovono. Consiglio sempre di promuovere solo servizi o prodotti che davvero hai provato o almeno conosci bene in quel settore così puoi spiegare perchè sono utili agli altri. Devi risolvere il problema delle persone grazie al tuo prodotto.

Risolvi il problema delle persone per vendere

In questo modo, anche se più lento inizialmente, i guadagni arriveranno e cosa più importante non saranno per pochi giorni ma starai creando un business duraturo nel tempo.

Se hai una nicchia specifica è sempre consigliabile aprire un blog perchè questo fa crescere il tuo brand e ti permette di guadagnare in modo più semplice e pulito, oltre al fatto che stai creando una tua reputazione in quel settore.

COME FACCIO SE VOGLIO PROMUOVERE PIU’ NICCHIE?

Aprire più blog diventa impegnativo se hai diverse nicchie e sei da solo, se hai dei collaboratori allora la strada del blog è sempre quella più proficua, ma non è certa l’unica.

L’altra opzione è quella di creare del contenuto di VALORE e molto utile da distribuire GRATUITAMENTE attraverso il pay per click utilizzando una opt-in page (una pagina cattura email) in questo modo catturerai il contatto del tuo potenziale cliente che potrà leggerà il tuo ebook gratuito, sempre inerente alla tua nicchia, e poi tramite email potrai proporre il prodotto in affiliazione.

Questa è la strategia che utilizzo maggiormente e che ho utilizzato per un mio cliente che ha generato le sue prime vendite da subito. Nel suo caso abbiamo promosso un prodotto sulla dieta e seguito il terzo sistema di marketing, ovvero abbiamo creato il blog, creato contenuto e promosso una opt-in page con una guida gratuita che aiutava a risolvere dei problemi specifici.

Lui aveva anche dei suoi prodotti che poi abbiamo inserito all’interno del blog e nella sequenza email. Infatti molti hanno acquistato poi anche i suoi prodotti oltre a quelli in affiliazione (ecco perchè avere il contatto dell’utente è fondamentale).

CREA VALORE E CONTENUTO

Questo è il sistema che amo principalmente perchè crea valore, aiuta gli altri a risolvere un problema e fai business seriamente. In altri casi è come se tu volessi dire: non me ne frega nulla di voi, acquistate questo diavolo di prodotto e fatemi guadagnare!

Ecco, questo è ciò che fa il 90% delle persone e FALLISCE nel giro di un mese se sono più costanti altrimenti anche in due settimane sono fuori dai giochi.

Se invece vuoi promuovere un’offerta che ti paga per far iscrivere le persone? Mettiamo il caso che ti pagano per far iscrivere un utente ad un sito di finanziamenti.

Non puoi promuovere direttamente il link del sito della persona che ti pagherà dato che spesso le campagne pubblicitarie non verranno accettate per vari motivi come ad esempio l’uso improprio del link da parte di altri.

Anche in questo caso utilizzerai una opt-in page magari per dare dei consigli gratuiti. Una volta che la persona avrà scaricato gratuitamente i tuoi consigli proporrai la soluzione tramite email, in questo caso potresti scrivere: “Vuoi un finanziamento? Puoi richiedere informazioni qui. E’ gratis e puoi fare domanda senza impegno” (ed inserisci il link dove le persone si dovrebbero iscrivere).

Ovviamente questo è un esempio.

Facendo un riepilogo:

Crei una opt-in page, crei del valore magari risolvendo un problema che hanno in molti e poi vendi attraverso l’email marketing indirizzando le persone al sito dove iscriversi.

Puoi inserire (anzi, devi farlo) il link anche all’interno del tuo ebook gratuito così le persone potranno iscriversi da li.

SE VUOI PROMUOVERE UN’APPLICAZIONE?

Per esempio vuoi sponsorizzare un’applicazione, come devi fare? Qui i passaggi sono diversi e sono più complessi.

Nulla di difficile in sé ma solo per il fatto che il recupero dell’investimento è molto lento quindi in questo tipo di campagna investi solo i soldi che puoi permetterti di perdere inizialmente.

Ti dico questo perchè sponsorizzando un’applicazione non è semplice trovare la campagna giusta, ovvero in questo caso il profitto è basso si tratta di centesimi, rare volte arrivi a qualche euro.

Il problema è che quando promuovi tramite pay per click raggiungi un tot di persone ma non tutte fanno click sul tuo annuncio e non tutti scaricano l’app quindi investendo dei soldi con il pay per click hai maggiore difficoltà inizialmente nel recupero dell’investimento.

Se trovi la campagna giusta però puoi fare un sacco di soldi!

In questo caso si tratta solo di fare tanti test con annunci differenti, immagini diverse e target diversi. Devi trovare la campagna che ti porti la minima spesa e ti faccia raggiungere il massimo profitto.

Tieni conto che io la prima volta che feci una campagna così investii 500 euro e me ne tornarono solo 150. Cavolo, pessimo risultato pensai fino a quando non testai la campagna giusta per il mio obiettivo.

Ora sai cosa sono le affiliazioni, quanti tipi esistono e come promuoverle, ma veniamo ad una parte importante: CI SONO TRE ELEMENTI FONDAMENTALI DA TENERE IN CONSIDERAZIONE QUANDO SI LAVORA CON L’AFFILIATE MARKETING.

ELEMENTO NUMERO 1:

LE VISITE

Ovviamente se non ricevi nessuna visita sul tuo sito o sulla pagina di vendita non guadagnerai mai nulla, quindi il tuo obiettivo è avere visite e trasformare un utente in cliente.

Più visite avrai e più possibilità di fare vendite ci saranno. Per esempio ci sono blog che ricevono migliaia di visite al giorno e possono permettersi di inserire anche solo un banner o far scaricare solo una guida per guadagnare con le affiliazioni. Più persone vedono la tua offerta e più persone probabilmente diventeranno clienti.

Il mio consiglio, se non hai tempo da attendere, è quello di investire in pubblicità a pagamento. Se non hai un grande budget non avere fretta di fare delle vendite subito perchè se non hai un numero decente di visite è normale anche non fare nessuna vendita inizialmente.

Più si investe e più contatti si hanno, in questo modo avrai più possibilità di fare delle vendite. Se hai 10 contatti non aspettarti vendite perchè sono troppo pochi per avere dei risultati.

ELEMENTO NUMERO 2:

CLICK RATE

Quando promuovi un prodotto/servizio o un app che sia, devi tenere sempre conto del tuo click rate. Quando fai una campagna pubblicitaria molti vedono il tuo annuncio ma non tutti cliccano, solitamente è una piccola percentuale di essi a farlo.

Se poche persone fanno click sul tuo link stai perdendo dei potenziali clienti, quindi devi sempre tener conto di questo fattore.

Solitamente un buon click rate è uguale o al di sopra dell’1%. Al di sotto si può dire che il tuo annuncio non piace molto e quindi anche i costi si alzano.

In questo caso devi migliorare la campagna e cambiare ciò che non va. Magari è l’immagine, forse il testo, devi comunque testare più campagne per capire quale riceve un numero maggiore di click sul tuo link.

ELEMENTO NUMERO 3:

CONVERSION RATE

Ogni affiliato vuole guadagnare soldi (mica stiamo qui a guardarci negli occhi) quindi per fare ciò devi fare delle vendite. Un fattore importantissimo è il tasso di conversione, detto in inglese CONVERSION RATE

Questo elemento varia da prodotto a prodotto e dal tipo di campagna, ovviamente. Se la tua campagna non funziona perchè raggiunge il target sbagliato può ricevere migliaia di visite e convertire ZERO.

Una campagna ben fatta può avere 100 click sul link e fare 50 vendite.

I fattori possono essere tanti, il prezzo per esempio incide molto.

Se un prodotto ha un costo di 100 euro ed un altro di 20 ovviamente il tasso di conversione sarà differente. Per fare una vendita da 100 euro dovrai avere più click se vuoi fare una vendita da 20 sarà molto più semplice dato il costo.

Quando decidi di promuovere un prodotto controlla sempre il tasso di conversione e se è uguale all’1% o superiore è un risultato buono. Se va dal 4% in poi è un ottimo risultato quindi vale la pena promuoverlo.

Fai attenzione anche al refund rate ovvero il tasso di rimborso. Promuovendo con Clickbank puoi vederlo ma non con tutti i portali. Su Clickbank puoi vedere qual è la percentuale di rimborso del prodotto, fai attenzione perchè ti verranno tolte le commissioni se qualcuno chiede il rimborso. Se il refund rate è alto significa che il prodotto non piace e rischi di buttare tempo e soldi.

Ora che conosci i TRE ELEMENTI IMPORTANTI per lavorare con le affiliazioni e sei quasi pronto per iniziare il tuo lavoro.

Dico quasi perchè prima di lasciarti voglio consigliarti alcuni servizi che utilizzo io personalmente per il mio business online  (solo uno di essi non ho provato ma ho studiato la sua efficacia e visto i risultati per alcuni colleghi).

Ad alcuni servizi sono affiliata e se li acquisterai dal mio link ne sarò felice e contribuirai al duro lavoro che svolgo ogni giorno per offrire contenuti gratuiti e di valore. Ve li consiglio non solo perchè sono affiliata, ma perchè li utilizzo e sono stati un’ottima scelta per ogni mio business.

Se non li prenderete dal mio link va bene lo stesso ma ve li consiglio comunque 😉

PER LA CREAZIONE DELLE OPT-IN PAGE:

1- LEADPAGES

2- CLICKFUNNEL 

3- OPTIMIZEPRESS

SERVIZI DI AUTORESPONDER (INVIO EMAIL)

1- GETRESPONSE

2- ACTIVECAMPAIGN

SERVIZI HOSTING E DOMINI :

1- WP ENGINE

2- SITEGROUND

2- GODADDY

3- BLUEHOST

Se vuoi conoscere ogni dettaglio del cpa marketing qui trovi la mia guida: GUADAGNARE CON IL CPA MARKETING

Ora ti consiglio due plugin principalmente per wordpress ma che puoi installare anche sul sito, molto utili per i tuoi link di affiliazione.

1-  PRETTY LINK LITE

Un plugin per wordpress che ti permette di creare dei link personalizzati per i tuoi prodotti in affiliazione. Qui sotto trovi un esempio:

Plugin per gestire le affiliazioni online.

 

Come vedi il mio link di affiliazione è: www.onlinemarketingitalia.com/leadpages.

Non si vede il link di affiliazione ma si vede il mio dominio e questo risulta molto più professionale davanti agli occhi dei tuoi utenti.

2- GENIUSLINK

Plugin per le affiliazioni di Amazon. Davvero un ottimo strumento per chi lavora con le affiliazioni con Amazon.

Dato che Amazon vende in tutto il mondo con diverse gestioni, se una persona dal Brasile fa click sul tuo link non ti viene accreditata la commissione perchè non è nella tua nazione. Con questo plugin risolvi il problema e non perdi le commissioni oltre al fatto che tracci al meglio tutto ciò che proviene dal tuo link.

Spero ti sia stato utile questo articolo e se vorrai condividerlo ne sarò felice. Per te vale poco ma per me è davvero un grande gesto.

Al tuo successo,

Sara Iannone

Facebook Comments

About the author

: Sono una ragazza che non si è mai accontentata "del normale". Sapevo che potevo realizzare cose diverse così mi sono buttata nell'internet marketing. Ho stravolto il mio mondo interiore cambiando pensiero e raggiungendo traguardi che per alcuni erano impossibili.

8 Comments

  1. Marco

    luglio 18, 2016
    Rispondi

    Grazie Sara, finalmente un articolo completo e immediato sulle affiliazioni. brava!

    • SaraIannone

      luglio 18, 2016
      Rispondi

      Ti ringrazio Marco, sono contenta che l'articolo ti sia piaciuto.

  2. Pietro

    agosto 2, 2016
    Rispondi

    Sarà devo farti 2 precisazioni (o domande):

    Le affiliazioni (o affiliate marketing) non potrebbe essere SCONVENIENTE per chi inizia? Ti spiego perchè. Perchè siccome NON si ha già una lista che ti segue , per tanto sei costretto a pagare il traffico da mandare sui prodotti a CUI sei affiliato.

    Peccato che però che le commissioni che (in genere) vengono date in affiliazione non siano altissime.Soprattutto in italia!

    Quindi se ci devi anche stare a spendere anche i soldi, per comprare traffico in target , alla fine ci rimetti o male che vada ci vai in pari.

    E la cosa che dispiace , è che SPESSO vedo vendere qui in Italia , un sacco di guide , sul guadagnare online, grazie all'affiliazione , grazie alla rivendita di prodotti di clickbank e altre cavolate simili.

    Che poi per carità , per chi è già un web marketer navigato e ha già una sua lista, ci si possono fare veramente dei soldi con le affiliazioni. Però non va bene dire alla persone di guadagnare online tramite le affiliazioni , per chi inizia. Tu cosa mi sai dire al riguardo?

    2) E' possibiliè (Dall'italia) creare un infoprodotto in america e guadagnare soldi sia dall'america che dall'italia?

    Un saluto Pietro

    • SaraIannone

      agosto 22, 2016
      Rispondi

      Ciao Pietro,

      ti rispondo subito.

      Le affiliazioni non sono possibili sono nel settore dell'internet marketing (come hai detto tu molti promuovono guide su come lavorare con clickbank, ecc..) puoi lavorare in diversi settori. Lo sbaglio che commettono in molti è proprio mandare traffico sulla pagina di vendita del prodotto, anziché sulla propria opt-in page per prendere il contatto della persona.

      Avere una lista non significa avere successo con l'affiliate marketing, puoi avere anche 20.000 iscritti e guadagnare pochissimi soldi se non sai come gestirla o vendi cose fuori target. Il segreto è proprio questo, mandare traffico ad una propria opt-in page e creare si la lista per vendere il prodotto o servizio. Un giorno potresti vendere anche un TUO prodotto e non solo in affiliazione, ecco perchè NON devi mandare direttamente alla pagina di vendita.

      Io quando inizia, feci proprio così: lavorare con le affiliazioni, in quanto non avevo un mio prodotto e nonostante le competenze acquisite non ero in grado di crearne uno, ma non fui ferma mesi ed inizia subito.

      Le affiliazioni, soprattutto per chi inizia, è un ottimo modo in quanto puoi anche testare con le pagine degli altri i diversi funnel, vedere come funziona, capire che opt-in page utilizzano e come vendono il prodotto.

      Puoi assolutamente creare un prodotto in America (dall'Italia) e guadagnare soldi in entrambi i mercati. Se si tratta di un ebook però devi farlo tradurre nelle apposite lingue, se si tratta di un servizio no.

  3. Pietro

    agosto 2, 2016
    Rispondi

    Non conviene PRIMA creare un'infoprodotto tuo dove non c'è nessuno a cui rivendere la roba? E poi in un secondo momento quando si ha già la propria lista , al limite vendergli altre cose in affiliazione?

    • SaraIannone

      agosto 22, 2016
      Rispondi

      Ciao Pietro, in realtà sono due cose molto diverse. Se hai già un tuo settore ed hai delle competenze ben specifiche ed utili al mercato allora conviene creare un tuo infoprodotto ed iniziare da questo. Se parti da zero e non sai da dove iniziare, le affiliazioni sono la miglior scelta perchè non devi creare nulla e parti da subito.

  4. davide

    settembre 15, 2017
    Rispondi

    come sempre hai scritto un ottimo articolo
    Complimenti sara
    naturalmente approvo in pieno quando scrivi "Ovviamente non è semplice e non è tutto oro quel che luccica"
    Infatti a parere mio se si vuole realmente guadagnare con le affiliazioni,bisogna prima di tutto offrire valore aggiunto indipendentemente dal prodotto o infoprodotto che si vuole vendere;e con valore aggiunto intendo offrire un bonus in più che la concorrenza che rivende quel determinato prodotto non è in grado di offrire

    Continua cosi e complimenti

    • SaraIannone

      settembre 20, 2017
      Rispondi

      Grazie Davide!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Lascia un commento