PAGHERESTI UNA CENA 1500 EURO?

cena carlo cracco

PAGHERESTI UNA CENA 1500 EURO?

Per la cena di fine anno, lo chef Carlo Cracco ha creato una serata davvero speciale. Sicuramente lo è anche il prezzo, dato che se volevi partecipare dovevi sborsare 1500 euro.

Per alcuni sono briciole, per altri sono un’enormità di denaro “per una cena”. Si, l’ho inserito tra le virgole e ti spiego il perchè nel post. Ti avverto, sarò un po’ lunga ma forse vale la pena continuare a leggere.

Ricordo ancora quando ero piccola e mio padre e mia madre, con tanti sacrifici mandavano avanti tutta la famiglia. Mio padre prendeva uno stipendio nella media, ovvero 1200 euro mensili, che dovevano bastare per affitto, bollette, cibo, vestiti e tutto ciò che era necessario per la nostra sopravvivenza :-)

Dico nostra perchè siamo in tre, ho una sorella ed un fratello più piccolo.

Nonostante le difficoltà, non ci è mai mancato nulla. Se volevamo un vestito ci veniva acquistato, andavamo in gita con la scuola, avevamo un tetto e sempre del buon cibo in tavola.

Ci sono stati momenti peggiori ma anche momenti in cui tutto era più roseo e si faceva meno fatica.

Fino all’età di 18 anni ho sempre vissuto con la convinzione che 1200 euro al mese fossero giusti e normali, l’obiettivo era puntare al famoso posto fisso per evitare poi di essere licenziati e trovarsi male.

Ricordo anche la mia faccia quando vedevo un’amica spendere 100 euro per una maglietta. Pensavo fosse pazza, io con 100 euro ne acquistavo 10. La mia faccia più o meno era come questa!

faccia-stupita

Se mi avessero detto di pagare una cena 1500 euro, in quel momento, avrei pensato ed esclamato come tantissimi:

“Ma è una follia! Come si può spendere tutti questi soldi per una cena”?

Oggi di anni ne sono passati, la mia vita è cambiata e proprio questo anno, a cena, siamo andati in un ristorante molto famoso di uno chef pluristellato. Abbiamo pagato quasi 1000 euro a persona per una cena. Esatto, quasi mille euro (tra vino e qualche extra) a persona, per cenare in questo ristorante.

Non voglio dirtelo per sembrarti figa, in realtà non me frega nulla di questo, ma c’è un motivo e voglio spiegartelo, quindi continua a leggere il post.

Come ti dicevo, se mi avessero detto anni fa di pagare questa cifra per una cena, avrei rifiutato a priori.

Ti dirò di più. Quando siamo andati a prenotare (un mese prima) era già al completo. Ci hanno trovato un tavolo solo perchè alloggiavamo nell’hotel dove era situato il ristorante, quindi “ci hanno fatto anche un favore”.

Per cenare in questo ristorante c’era la waiting list, la lista di attesa, perchè dovevi prenotare diversi mesi prima. Ma non è il solo ristorante, in alcuni addirittura devi prenotare un anno prima.

Il primo punto che devi capire è che SI, CI SONO PERSONE CHE SONO DISPOSTE A PAGARE QUESTA CIFRA PER UNA CENA, quindi se hai problemi a vendere un prodotto da 50 euro, forse il problema è come lo vendi e non nella crisi economica.

cena carlo cracco

Sotto il post di Carlo Cracco si scatenò una bufera per questa cena da 1500 euro. Molti si sono soffermati solo sulla parte più “dolente”, il prezzo, senza aver letto cosa offriva il servizio.

Quando ceni in posti dove si spendono cifre come queste, non hai più una semplice cena, hai un’esperienza gourmet vera e propria. Non stai andando alla trattoria di Gigi la trottola, non hai le la bistecca per cena, hai piatti che sembrano capolavori e pietanze con ore, se non giorni, di preparazione alle spalle.

Una volta, uno chef, mi spiegò come mai alcuni piatti avevano un costo elevato. Alcune pietanze vengono cucinate in un modo che il 90% degli essere umani immagina. Vengono estratti i sapori, preparati 48 ore prima, insomma, non è solo “preparare da mangiare” ma è preparare un’opera d’arte. 

cena montecarlo

Qui si tratta di valore vero e proprio, oltre ad utilizzare prodotti di prima qualità e non così scontati, come può essere una bistecca o un piatto di fettuccine al ragù.

Parliamo di oro commestibile, di caviale, di pesce pregiato, quindi capirai che il valore di un piatto è dato anche dagli ingredienti che si utilizzano.

cena montecarlo

Stessa identica cosa per un servizio oppure un prodotto. Se creo un pagina di vendita fai da me, il risultato sarà in un modo e probabilmente non posso vendere a cifre elevate, se utilizzo servizi professionali, l’esperienza dell’utente sarà ben differente e darò maggiore valore al mio prodotto, così avrò meno difficoltà a vendere un prodotto ad un costo più alto.

Il problema di molti è proprio questo. Si soffermano sul prezzo e mai sul valore. L’errore di molti venditori è pensare che il prodotto si vende da solo e quindi basti dire le solite frasette lette su di un libro e dire che il prodotto è differente perché di qualità.

Un altro errore è quello di ripetere a tutti che l’azienda è leader nel settore, pensando che questo faccia la differenza. In realtà è così sentita questa frase, che oramai tutte le aziende sono leader nel settore e nessuno più ci crede.

Ho voluto porti l’esempio della cena perché è davvero un ottimo esempio per farti capire che ci sono persone disposte a pagare migliaia di euro per una cena, e se tu non riesci a far capire il valore di un prodotto da 50 euro o 100, forse c’è qualcosa che non va nel modo in cui comunichi.

Il prodotto non si vende da solo e non basta una descrizione dove si mostrano le caratteristiche

Quando si scrive un articolo o una pagina di vendita per vendere qualcosa, l’unica cosa che si riesce a fare è descrivere le caratteristiche del prodotto. In realtà ciò che dovresti fare non è solo questo, ma entrare nella mente e nel cuore del tuo potenziale cliente. Per vendere devi far leva sulle emozioni, altrimenti il tuo prodotto è come un altro e si va a finire a fare la guerra dei prezzi.

Devi entrare nel cuore delle persone e farle emozionare, il che significa far provare loro una sensazione e fargli dire: “voglio assolutamente il tuo prodotto (o servizio, etc..) perché la mia vita migliorerà”

In questo modo non avrai nessun problema di prezzo, se quando parli del tuo prodotto riesci a far provare questa sensazione.

Per riuscirci, ovviamente, due paroline non bastano. Bisogna capire come comunicare e come scrivere.

Devi sempre tener presente che ci sono diversi fattori molto importanti per poter vendere un prodotto:

  • Il tuo FOCUS, ovvero sei focalizzato su un target ben specifico o sei di quelle persone che vogliono vendere tutto a tutti per paura di perdere un cliente?
  • Il BRAND. La creazione di un brand è fondamentale, soprattutto quando devi vendere un prodotto o servizio ad alto costo. Pagheresti una cena da 1500 euro se non fosse Carlo Cracco? Cracco non ha avuto nessun problema a vendere una cena a questo costo, il suo brand parla da solo. E’ come se ti dicesse: vuoi il meglio? Vuoi un’esperienza unica e mai provata fino ad oggi? Ecco, tutto questo lo troverai solo con me. Compreso il punto?
  • La COMUNICAZIONE. Comunicare è importantissimo e se non sei in grado di farlo, evita di scrivere qualsiasi cosa, verrebbe fuori qualcosa di orrendo.

E’ anche vero che per comunicare bene ci vuole esperienza ma c’è chi odia scrivere o parlare alle persone, in quel caso delega il compito a qualcun altro.

C’è un altro elemento che reputo fondamentale per vendere online (e non solo), ovvero L’ASSISTENZA VERSO IL POTENZIALE CLIENTE ED IL CLIENTE ACQUISITO.

Molti si dimenticano di questo fattore: l’assistenza. Vedi, oggi non puoi pretendere di vendere un prodotto così, come se niente fosse. Siamo invasi da prodotti di qualsiasi genere, servizi di ogni tipo, abbiamo tutto! Non manca nulla, davvero. Eppure c’è chi fa un sacco di soldi con dei prodotti apparentemente nuovi, ma che sono semplicemente ri-visitati e venduti meglio degli altri.

Un ruolo importante è l’assistenza che si offre. Ricevo moltissime email ogni giorno e rispondo a tutte entro brevissimo tempo. Questo ad esempio, è uno dei fattori che gioca a mio vantaggio, infatti molti miei clienti mi rispondono che non hanno mai ricevuto risposte in così poco tempo o un’assistenza così efficace.

Molti, al contrario, credono di poter impostare un messaggio automatico ed il gioco è fatto. Quando una persona ti scrive e ti chiede informazioni, dovrebbe essere ovvio e normale rispondere, anche in tempi abbastanza brevi. Questo dovrebbe essere scontato.

Tu stai lavorando nel modo giusto per non ritrovarti nelle difficoltà di molti? Quali aspetti ti mancano? Quali sono i più difficili? Se vuoi lascia un commento qui sotto e sarò felice di aiutarti.

Buon lavoro!

SARA IANNONE

Facebook Comments

About the author

: Sono una ragazza che non si è mai accontentata "del normale". Sapevo che potevo realizzare cose diverse così mi sono buttata nell'internet marketing. Ho stravolto il mio mondo interiore cambiando pensiero e raggiungendo traguardi che per alcuni erano impossibili.

0 Comments

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Lascia un commento